6 suggerimenti per facilitare la transazione al BIM

Autodesk Redshift blog post di Kate Morrical

Immagino abbiate sentito più di quanto avresti potuto immaginare sulle possibilità del BIM per l’ingegneria strutturale. Potresti anche essere convinto dei vantaggi: modelli intelligenti, piani e sezioni auto generati e una migliore collaborazione con colleghi e clienti. Ma come iniziare l’adozione del BIM?

BIM è un complesso mare di potenzialità. E se salti senza una corretta preparazione, potresti annegare nei dettagli. Invece, con un po' di ragionamento e pianificazione, è possibile mappare un percorso che ti porterà ad attraversare l’oceano BIM (troppe metafore sull’acqua, lo so) senza difficoltà. Ecco sei suggerimenti per facilitare la transazione al BIM.

Scegli il momento giusto

C’è sempre un buon motivo per rinviare la transazione. Ma se aspetti il momento perfetto, sarai in attesa per sempre. Detto questo, ci sono alcuni fattori che possono influenzare la tempistica della tua implementazione.

1. Cerca un progetto pilota. Hai un cliente che vuole utilizzare il BIM? C’è un nuovo progetto che sembra un buon candidato per il BIM? I miei progetti pilota favoriti sono nuovi edifici in acciaio, non rinnovazioni, con una griglia di colonne e piani regolari (a seconda del tuo focus, potresti avere diversi progetti che potrebbero fare al caso tuo … o potresti non averne, in questo caso dovrai impostare i tuoi criteri).

2. Considera il carico di lavoro. La curva di apprendimento per il software BIM può richiedere un po' di tempo aggiuntivo nei primi progetti. Avete alcuni progetti che si concluderanno presto e che ti concederanno un po' di tempo in più nell’arco della tua giornata? Dicembre o Gennaio sono mesi lenti? Il tuo rivenditore locale offre dei corsi che hai il tempo di frequentare?

3. Considera il tuo budget. BIM non richiede sempre una spesa iniziale. Molti programmi offrono prove gratuite di 30 giorni e alcuni software, come Revit LT Suite di Autodesk, sono disponibili con l'opzione noleggio. Avrai bisogno di un nuovo hardware per supportare il software BIM? Pensando alla curva di apprendimento, puoi permetterti di lavorare extra senza essere retribuito?

Dal 2D al 3D

Che dire del lato tecnico? hai trascorso tutta la tua carriera a creare disegni 2D. Il salto totale in un articolato modello 3D potrebbe essere un po' travolgente. Implementando una funzione BIM alla volta, è possibile esplorare le possibilità senza sacrificare troppo tempo.

1. Prima di tutto, Planimetrie. Io chiamo questo approccio “2.5D”. Avrai bisogno di alcune informazioni 3D, come i livelli, nel tuo modello per posizionare muri e colonne. Gli elementi del pavimento saranno posizionati piatti su un livello, proprio come se stessi creando un piano CAD 2D. Anche se non si dispone ancora delle piene capacità 3D, sarete ancora in grado di sfruttare le griglie 3D, la codifica intelligente degli elementi e le dimensioni intelligenti. (Nota: se utilizzi questo metodo, continua a inviare file CAD, esportati da BIM, ai tuoi clienti e consulenti. Non puoi utilizzare un modello 2.5D per il coordinamento 3D).

2. Successivamente, Aggiungi gli Abachi. Gli abachi sono una delle mie funzioni BIM preferite perché richiamano le informazioni all’interno del modello. Tutti i dati che avete usato all’interno delle tavole, come la dimensione e il rinforzo per le fondamenta, le pareti, le travi e i pavimenti, possono ora essere estratti direttamente dal modello e inseriti su un foglio.

3. Inseguito, Taglia Sezioni. Noterai che non ho detto "disegna sezioni". Quando modelli in 3D, puoi tagliare una sezione e la geometria sarà già presente. Naturalmente, questo livello richiede che i tuoi elementi siano stati accuratamente modellati in piani e quote altimetriche, vero 3D invece del 2.5D del primo punto. Ottenere un modello completamente sviluppato è spesso più lavoro comparato ad un disegno 2D, ma paga in termini di coordinazione e di comprensione delle reali interazioni tra gli elementi.

Il prossimo punto? … Planimetri, abachi e sezioni, anche se potenti, sono solo l’inizio del BIM. Non abbiamo nemmeno parlato dell’integrazione con modelli analitici, del clash o del rendering. Tutto ciò e di più è là fuori, basta solo navigare.

Per maggiori informazioni sul BIM, visita la pagina Servizi di Implementazione BIM o contatta uno dei nostri uffici.

 

Per leggere l'articolo originale clicca qui.

4 motivi per cui dovresti utilizzare strumenti per...
Sei sicuro che BIM stia aumentando il tuo ROI? Ecc...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Rivenditori Autodesk Italia

Membro di

ASSOBIM 01
Questo sito utilizza cookie.